News

  1. Home
  2. |
  3. news
  4. |
  5. PREDAIA – SOLANDRA 6 - 0 Raggiunta la vetta!

Ultime news

PREDAIA – SOLANDRA 6 - 0 Raggiunta la vetta!

Finita l’andata in bellezza! Annullato in cinque giornate tutto lo svantaggio con le prime della classe e, in attesa del recupero della Robur, i ragazzi di mister Zenobi si godono il primato in classifica. Annientata fin dalle prime battute la resistenza degli ospiti. Il neo acquisto Gattamelata si dimostra subito determinante: prima marcatura dopo soli 7 minuti e grande prestazione a centrocampo assieme ai compagni di reparto Sicher e Stringari. Solandra, ben disposta in campo, solida e determinata ma, subito sotto, fatica a reggere l’urto della nostra corazzata, viene poi severamente punita dall’arbitro con un rigore ed un’espulsione sul passivo di tre reti. Costretti a disputare in dieci tutto il secondo tempo dell’incontro, gli ospiti si rassegnano e limitano con onore il passivo.
Formazione: Nave, Rizzardi R., Bertagnolli, Sicher, Stringari (Chini G.M. al 35° del s.t.), Lorandini, Stinghel (Recla, al 18° del s.t.), Gattamelata, Gottardi (Bott al 24° del s.t.), Mongibello (Frasnelli al 40° del s.t.), Rizzardi S. (Zanolli al 30° del s.t.).
Panchina: Paternoster L., Rizzardi G.M. Paternoster M. e Berti.
Allenatore: Zenobi Alessandro; D.S. Emer Giancarlo; Guardialinee: Marinconz Andrea;
Allenatore in seconda: Normanni Federico.
Ammoniti: Chini G.M.
Reti: Gattamelata al 7°, Stringari al 21°, Gottardi al 35° e Mongibello al 43° (su rigore) del primo tempo; Gottardi al 5° e Mongibello al 15° del s.t.
E’ cominciata proprio come i nostri sostenitori si aspettavano: il condottiero Gattamelata ( mai nome fu più azzeccato!) che fin dall’avvio della contesa, si erge alla guida delle truppe con indomito coraggio e sprezzo del pericolo. E così, quando, dopo una manciata di minuti, il nostro eroe, controlla dal limite un bel traversone di Sicher e di destro in girata trafigge il portiere solandro, ecco che di colpo ai più pare finalmente realizzarsi l’aspettativa e la speranza. In verità tutti gli effettivi si muovono bene fin dal fischio d’avvio, disposti con un’inedita difesa che deve fare a meno di Mochen e Gervasi, con Bertagnolli, Lorandini e Rizzardi Riccardo, con i due esterni Rizzardi Simone a destra e Gotterdi a sinistra, con il centrocampo dove agiscono Sicher, Gattamelata e Stringari, con l’attacco affidato a Mongibello ed al “sempreverde ”Stinghel e la porta all’imprevedibile Nave. La gara scorre su buoni ritmi ed il Predaia, anche dopo il vantaggio, spinge e riesce a raddoppiare con Stringari al 22°, abile a sfruttare in area un rimpallo, generato da una mischia su bel cross da sinistra di Gottardi. Al 25° brivido per una punizione degli ospiti dall’angolo di destra dell’area che taglia tutto lo specchio della porta senza essere toccata da nessuno. Al 32° bella azione personale di Gattamelata che dal limite calcia un bel rasoterra con palla al lato di poco. Tre minuti dopo è Gottardi a segnare: palla controllata al limite, sul vertice sinistro dell’area e girata improvvisa con pallonetto preciso sul secondo palo alle spalle del portiere. La Solandra accusa il colpo e subisce ancora le scorribande di Mongibello: al 38° si libera bene sulla fascia destra, arriva al limite e calcia bene, costringendo il portiere ad una non facile parata a terra. Pochi minuti dopo riparte e costringe il suo diretto avversario ad intervenire in modo precipitoso: non sembrerebbe rigore, ma l’arbitro lo concede ed espelle il giocatore solandro per fallo da ultimo uomo. Punizione severissima e partita praticamente chiusa: Mongibello realizza il penalty calciando nell’angolo alto alla sinistra del portiere. Dopo le recriminazioni di rito degli ospiti, peraltro contenute, si dà avvio al secondo tempo con mister Zenobi che dà spazio a quanti può. Entrano così: Recla, per Stinghel, Bott per Gottardi, Zanolli per Rizzardi Simone, Chini G.M. per Stringari e Frasnelli per Mongibello. C’è gloria ancora per Goottardi comunque che, pescato sulla sinistra da un millimetrico lancio di Rizzardi Simone, riesce ad eludere la guardia del suo marcatore e a presentarsi quasi solo davanti al portiere e poi batterlo in uscita con un diagonale sul secondo palo. Cinque minuti dopo una rasoiata di Mongibello da destra porta a sei le reti del Predaia. Fine gara senza sussulti e tripudio sugli spalti e negli spogliatoi. E naturalmente trepidante attesa per il ritorno ai primi di marzo! Bravi dunque a tutti i nostri eroi e sempre: Forza Predaia!

Condividi

indietro






L'Associazione Sportiva Predaia nasce nel 1993 e ha sede nel comune di Predaia

  • Piazza di San Vittore, 11
           Fraz. Taio - 38012 Predaia (TN)
  • info@aspredaia.it

Per qualsiasi informazione contatta il nostro staff in maniera comoda e sicura.


Contatti