News

  1. Home
  2. |
  3. news
  4. |
  5. SAN ROCCO - PREDAIA 1-2 ConciGoal!

Ultime news

SAN ROCCO - PREDAIA 1-2 ConciGoal!

San Rocco al tappeto per tutto il primo tempo e Predaia che domina, ma spreca troppo. Poi, nella seconda frazione di gioco, reazione d’orgoglio dei padroni di casa che hanno la forza di reagire e meritano di accorciare le distanze allo scadere, rendendo incandescente il finale. Peccato per gli infortuni di Gervasi (taglio all’arcata sopraccigliare) e Conci ( botta al ginocchio), che si aggiungono al già nutrito numero di “malcapitati”: Iob, Depaoli, Rizzardi GM., Paoli, Normanni. Speriamo!
Formazione: Nave, Gervasi (Rizzardi R al 45°dels.t.), Bertagnolli, Mochen, Stringari, Lorandini, Gottardi (Stinghel al 35° del s.t.), Chini D., Conci (Chini G.M al 38°del s.t.), Mongibello (Bott al 31° del s.t.), Rizzardi S.
Panchina: Lucchi, Sicher , Recla, e Zanolli.
Allenatore: Zenobi Alessandro; D.S. Emer Giancarlo; Guardialinee: Marinconz Andrea;
Allenatore in seconda: Normanni Federico.
Ammoniti: Nave e Mochen.
Reti: Conci al 6° e al 7° (Predaia) del p.t. e Diarra (San Rocco) all’81° del s.t.
Match dai due volti con un primo tempo dominato dai nostri e poi, nel secondo tempo, ritorno dei padroni di casa e qualche difficoltà dei nostri a gestire il doppio vantaggio. Avvio veemente dei nostri che per 45 minuti stringono d’assedio i padroni di casa. Le occasioni create sono infinite, ma le reti fatte solo due. Si comincia con una collezione di calci d’angolo piuttosto nutrita. Su uno di essi, al 4° minuto, Mochen, appostato sul secondo palo, vede in ritardo un pallone filtrante che sbuca improvviso davanti ai suoi piedi, ma non riesce a toccarlo. Si prosegue con Conci protagonista con una prima discesa sulla sinistra e destro alto, ma piuttosto centrale, dal limite, col portiere che riesce a respingere. Dal 6° all’8° Conci, su cui i difensori non hanno ancora preso le misure, ne fa due: prima si avventa per primo e tocca in rete un pallone vagante che, partito dalla bandierina del calcio d’angolo, stava attraversando tutto lo specchio della porta senza incontrare nessuno, poi parte in velocità tutto solo e sorprende il portiere in uscita con un preciso rasoterra. Al 16° l’unica occasione del S. Rocco nel primo tempo: bella azione manovrata sulla destra e cross rasoterra a rientrare dal fondo in mezzo all’area con tiro ravvicinato respinto da un grande Nave che rivela ottima prontezza di riflessi. Sull’altro fronte fioccano le occasione per il Predaia: 18°quasi autogoal dei difensori del S: Rocco, terrorizzati da Conci, sparacchiano a fil di traversa, liberando alla “viva il parroco!”; 22° Conci sinistro rasoterra dal limite e palla fuori di un soffio; 28° Mongibello viene messo giù al limite quando stava per entrare pericolosamente in area; 33° Conci fugge di nuovo tutto solo ma il portiere è bravo a neutralizzare in uscita la sua conclusione; 34° Mongibello, liberato in area da Rizzardi Simone, si coordina di sinistro e coglie la traversa; 42° Rizzardi Simone calcia di sinistro al volo ed impegna il portiere con una respinta non facile su cui riesce a liberare la difesa; infine, al 45° ancora Conci fugge sul filo del fuorigioco e tira sul portiere in uscita che è bravo a respingere. Insomma un primo tempo senza storia!
Nel secondo tempo, su un terreno pesantissimo, la stanchezza si fa sentire: i nostri cercano di amministrare il doppio vantaggio, ma faticano e così i padroni di casa si fanno intraprendenti. Già al 12° creano la seconda occasione del match portando un loro attaccante al tiro dal limite ed impegnando Nave ad una difficile parata a terra sul palo di destra. Poi però è Gottardi che ha un’ottima opportunità, arrivando a liberarsi al limite dell’area piccola, ma non riesce a coordinarsi e manda la palla alta da due passi. Poco dopo Conci viene fermato, ma stavolta dall’arbitro, che gli fischia contro un fallo, apparso piuttosto dubbio, mentre se ne stava volando verso la porta avversaria. Poi, allo scadere, il S. Rocco su punizione dai 20 metri coglie la traversa e, sulla respinta è lesto Diarra ad anticipare tutti ed a segnare. Finale con qualche apprensione per l’inopinata rinascita dei padroni di casa, ma tuttavia bel controllato dai nostri, pur con qualche ferito sul campo: Conci e Gervasi sono costretti ad uscire, ma speriamo…!
Domenica 1 dicembre, altra difficile trasferta a Ziano di Fiemme (oppure sul sintetico a Cavalese, lo si saprà venerdì sera). A tutti: non mancate! Forza Predaia!

Condividi

indietro






L'Associazione Sportiva Predaia nasce nel 1993 e ha sede nel comune di Predaia

  • Piazza di San Vittore, 11
           Fraz. Taio - 38012 Predaia (TN)
  • info@aspredaia.it

Per qualsiasi informazione contatta il nostro staff in maniera comoda e sicura.


Contatti